Interventi Incentrati Sul Microbioma Per Le Condizioni Di Salute Degli Animali Domestici

Cucciolo e gattino

Il microbioma dell'intestino svolge un ruolo cruciale nella digestione, nell'assorbimento dei nutrienti e nella salute degli ospiti.

Il mantenimento o il ripristino della salute del microbioma intestinale può aiutare a prevenire e gestire molti disturbi gastrointestinali.

icona digestione

Mettere in pratica le conoscenze scientifiche sul microbioma per favorire la salute gastrointestinale

icona lente di ingrandimento

I probiotici possono mitigare gli effetti antimicrobici sul microbioma intestinale

La scienza

Antibiotici come metronidazolo e moxicillina-acido clavulanico alterano il microbioma e questi cambiamenti possono persistere dopo l'interruzione della loro assunzione.1,2

La somministrazione del ceppo del probiotico E. faecium SF68 in combinazione con una dieta terapeutica specificamente formulata per i disturbi intestinali ha migliorato la diarrea dopo 14 giorni nei cani con segni clinici coerenti con la proliferazione batterica dell'intestino tenue o con diarrea reattiva agli antibiotici, rispetto alla sola dieta terapeutica.5

Il ceppo del probiotico Enterococcus faecium SF68 non è influenzato dal metronidazolo, un antibiotico comunemente usato per trattare cani con diarrea.6

L'integrazione con E. faecium SF68 durante la somministrazione di amoxicillina-acido clavulanico ha ridotto il numero di gatti con diarrea grave, migliorato la consistenza delle feci e raggiunto un punteggio totale della diarrea inferiore rispetto agli esemplari trattati con placebo.2

L'uso di un sinbiotico (Enterococcus faecium SF68 e psillio) limita la gravità della diarrea e può ridurre il tempo di risoluzione della diarrea felina associata alla somministrazione di amoxicillina-acido clavulanico.7

faded navy background

Mettere in pratica le conoscenze scientifiche

Antibiotici quali metronidazolo e amoxicillina-acido clavulanico possono avere effetti negativi e duraturi sul microbioma e il loro uso deve essere evitato se non è necessario, tenendo in considerazione i principi della gestione antimicrobica.3,4

Per i cani con segni clinici coerenti con diarrea antibiotico-reattiva o con proliferazione batterica dell'intestino tenue, il probiotico E. faecium SF68 combinato con una dieta terapeutica migliora la diarrea senza la somministrazione di antibiotici. È consigliato provare questo approccio prima di somministrare antimicrobici.

Il metronidazolo non inibisce l'efficacia del probiotico E. faecium SF68, rendendolo adatto alla co-somministrazione. In caso di somministrazione di amoxicillina-acido clavulanico ai gatti, l'integrazione con E. faecium SF68 o di un sinbiotico (E. faecium SF68 e psillium) aiuta a mitigare la diarrea.

ridurre la flatulenza

Il probiotico può ridurre la flatulenza

La scienza

Integrare le diete dei cani con E. faecium SF68 ha ridotto significativamente i problemi di flatulenza e la quantità massima di acido solfidrico rilasciato.8

faded navy background

Mettere in pratica le conoscenze scientifiche

Quando un cliente si lamenta della flatulenza del cane, può essere utile somministrare un ciclo di E. faecium SF68 per ridurre le emissioni di gas e il cattivo odore.

ridurre la diarrea

Il probiotico può ridurre la diarrea nei gattini

La scienza

L'integrazione con il ceppo del probiotico E. faecium SF68 è stata associata a una minore incidenza e una durata inferiore della diarrea naturale e a livelli più elevati di anticorpi IgA nel siero nei gattini.9

faded navy background

Mettere in pratica le conoscenze scientifiche

La somministrazione del probiotico E. faecium SF68 può ridurre la diarrea nei gattini.

icona salute intestinale

I prebiotici migliorano la salute dell'intestino

La scienza

L'inclusione della cicoria nelle diete dei cani ha aumentato le specie di Bifidobacterium e migliorato la digeribilità della dieta. La risposta è stata variabile, con alcuni cani che hanno risposto in 7 giorni e altri dopo 21 giorni.10

I cani nutriti con cicoria o frutto-oligosaccaridi (FOS) hanno mostrato un numero significativamente maggiore di Bifidobatteri fecali, una riduzione del Clostridium fecale e un aumento dei livelli di acidi grassi a catena corta benefici.11

L'integrazione delle diete dei cani più vecchi con i prebiotici (inulina, mannanoligosaccaridi da soli o in combinazione) ha migliorato i punteggi fecali e ha prodotto effetti benefici nel microbioma.12

faded navy background

Mettere in pratica le conoscenze scientifiche

I prebiotici (come l'inulina e i frutto-oligosaccaridi) possono migliorare l'equilibrio dei microbiomi e la digeribilità degli alimenti e aumentare la produzione di acidi grassi a catena corta. Attendere almeno 3 settimane per determinare se la variazione della dieta è stata efficace.

equilibrio del microbioma

Il probiotico migliora l'equilibrio del microbioma

La scienza

I cani che hanno seguito una dieta secca integrata con probiotici Bacillus coagulans GBI-30 6086 (BC30) hanno mostrato un aumento della diversità microbica e della ricchezza delle feci rispetto a quelli nutriti con placebo e hanno mantenuto un indice di disbiosi negativo coerente con un microbioma sano.13

I gatti che hanno seguito una dieta secca integrata con probiotici Bacillus coagulans GBI-30 6086 (BC30) hanno mostrato un aumento della diversità microbica fecale coerente con un microbioma fecale equilibrato.13

faded navy background

Mettere in pratica le conoscenze scientifiche

Le diete secche integrate con il probiotico Bacillus coagulans stabile a caldo GBI-30 6086 (BC30) possono migliorare l'equilibrio microbico nel microbioma intestinale.

icona gestione diarrea

Probiotici e sinbiotici consentono di gestire la diarrea nei gatti e nei cani adulti

La scienza

La somministrazione di E. faecium SF68 ha suggerito un effetto di trattamento potenziato rispetto all'utilizzo del solo metronidazolo. I cani sottoposti a doppia terapia hanno avuto percentuali significativamente maggiori di giorni con feci normali; una percentuale numericamente più alta di cani con feci normali il giorno 7 e punteggi di gravità della diarrea numericamente più bassi i giorni 5-7.6

L'uso di un sinbiotico ha determinato un presunto effetto benefico sul microbioma e una diminuzione della prevalenza della diarrea nei cani da slitta in addestramento. Sono stati osservati meno giorni di diarrea in presenza di presunta epidemia di diarrea contagiosa nei cani con dieta integrata con sinbiotici durante la settimana 5 del trattamento, suggerendo un effetto benefico.14

I gatti in gattile con integrazione della dieta con E. faecium SF68 hanno avuto meno episodi di diarrea della durata di 2 o più giorni rispetto a quelli nutriti con placebo.15

faded navy background

Mettere in pratica le conoscenze scientifiche

Quando viene somministrato metronidazolo, la somministrazione del probiotico E. faecium SF68 può migliorare l'effetto del trattamento.

I farmaci sinbiotici possono ridurre la prevalenza e la durata della diarrea nei cani, anche per le forme contagiose.

Il probiotico E. faecium SF68 può ridurre la durata della diarrea nei gatti.

icona fegato cane

Sicuro per l'uso in cani con malattia del fegato

La scienza

La somministrazione a breve termine del ceppo del probiotico E. faecium SF68 non ha alterato i livelli di due enzimi epatici primari e non ha prodotto variazioni clinicamente rilevanti nelle concentrazioni di colesterolo o trigliceridi. Questo indica che il probiotico non influisce sui livelli di questi enzimi quando somministrato a cani con malattia epatica e potrebbe quindi essere la soluzione ideale.16

faded navy background

Mettere in pratica le conoscenze scientifiche

Il probiotico E. faecium SF68 non altera gli enzimi epatici, il colesterolo o i trigliceridi ed è quindi sicuro per l'uso nei cani con malattia del fegato.

icona verde farmaco

I probiotici offrono vantaggi terapeutici a cani e gatti ospitati in canili e gattili

La scienza

La somministrazione di E. faecium SF68 ha suggerito un effetto di trattamento potenziato rispetto all'utilizzo del solo metronidazolo. I cani in canile sottoposti a doppia terapia hanno presentato percentuali significativamente maggiori di giorni con feci normali; una percentuale numericamente più alta di individui con feci normali il giorno 7 e punteggi di gravità della diarrea numericamente più bassi i giorni 5-7.6

I gatti in gattile con dieta integrata con E. faecium SF68 hanno avuto un minor numero di episodi di diarrea della durata di 2 o più giorni rispetto a quelli nutriti con placebo. La percentuale di gatti con diarrea è stata significativamente più bassa nel gruppo SF68 rispetto al gruppo del placebo (rispettivamente, 7,7% e 20,7%). Ridurre la prevalenza della diarrea potrebbe aiutare indirettamente canili e gattili a risparmiare tempo e denaro, oltre a migliorare il benessere degli animali e la probabilità di trovare una casa.15

I gatti in gattile con integrazione della dieta con probiotico Bacillus coagulans GBI-30 6086 (BC30) hanno mostrato una riduzione significativa della diarrea e un miglioramento dei punteggi delle feci.13

faded navy background

Mettere in pratica le conoscenze scientifiche

La somministrazione del probiotico E. faecium SF68 può ridurre la prevalenza e la durata della diarrea negli animali in gattili e canili. La diminuzione della prevalenza della diarrea e la riduzione dei tempi di trattamento potrebbero indirettamente far risparmiare tempo e denaro a gattili e canili, nonché migliorare il benessere degli animali e la probabilità di trovare una casa.

Scopri Altre Aree Del Forum Sul Microbioma

nozioni di base sul microbioma

Nozioni di base sul microbioma

leadership nestle

La leadership di Nestlé e Purina sul microbioma

Ulteriori informazioni

  1. Belas, A., Marques, C., & Pomba, C. (2020). The gut microbiome and antimicrobial resistance in companion animals. In Duarte, A. & Lopes da Costa, L. (Eds.), Advances in Animal Health, Medicine and Production (1st ed.), pp. 233–245. Springer International Publishing
  2. Torres-Henderson, C., Summers, S., Suchodolski, J., & Lappin, M. R. (2017). Effect of Enterococcus faecium strain SF68 on gastrointestinal signs and fecal microbiome in cats administered amoxicillin-clavulanate. Topics in Companion Animal Medicine, 32(3), 104–108. doi:10.1053/j.tcam.2017.11.002
  3. American Animal Hospital Association. Judicious therapeutic use of antimicrobials in cats and dogs. https://www.aaha.org/aaha-guidelines/use-of-antimicrobials-configuration/judicious-therapeutic-use-of-antimicrobials-in-cats-and-dogs/. Accessed March 26, 2021.
  4. American Veterinary Medical Association. (2016). Antimicrobial stewardship in companion animal practice. https://www.avma.org/resources-tools/reports/antimicrobial-stewardship-companion-animal-practice-2016. Accessed March 26, 2021.
  5. Rallis, T. S., Pardali, D., Adamama-Moraitou, K. K. & Kavarnos, I. (2016). Effect of Enterococcus faecium SF68® (FortifFlora®) administration in dogs with antibiotic responsive or small intestinal bacterial overgrowth diarrhoea. Hellenic Journal of Companion Animal Medicine, 5(2), 13–16.
  6. Fenimore, A., Groshong, L., Scorza, V. & Lapppin, M. R. (2017). Evaluation of metronidazole with and without Enterococcus faecium SF68 in shelter dogs with diarrhea. Topics in Companion Animal Medicine, 32, 100–103. doi:10.1053/j.tcam.2017.11.001
  7. Kiene, J. A., Dobesh, K., & Lappin, M. (2020). Use of a synbiotic for treating antibiotic-induced diarrhea in cats. Journal of Veterinary Internal Medicine, 34, 2902. doi:10.1111/jvim.15904
  8. Waldron, M., Kerr, W., Czarnecki-Maulden, G. & Davis, J. Supplementation with Enterococcus faecium SF68 reduces flatulence in dogs. Presented at: International Scientific Congress of the European Society of Veterinary and Comparative Nutrition; September 2012; Bydgosczc, Poland
  9. Czarnecki-Maulden, G. L., Cavadini, C., Lawler, D. F. & Benyacoub, J. (2007). Incidence of naturally occurring diarrhea in kittens fed Enterococcus faecium SF68. Compendium: Continuing Education for Veterinarians (Supplement), 29 (2A), 37.
  10. Czarnecki-Maulden, G. L., & Patil, A. R. The effect of trial length on canine fecal microflora response to chicory ingestion. Presented at: Joint Nutrition Symposium; August 2002; Antwerp, Belgium
  11. Czarnecki-Maulden, G. L., & Russell, T. J. (2000). Effect of chicory on fecal microflora in dogs fed soy-containing or soy-free diets. Federation of American Societies for Experimental Biology Journal, 14(4), A488.
  12. Grieshop, C. M., Flickinger, E. A., Bruce, K. J., Patil, A. R., Czarnecki-Maulden, G. L. & Fahey, G. C. (2004). Gastrointestinal and immunological responses of senior dogs to chicory and mannan-oligosaccharides. Archives of Animal Nutrition, 58(6), 483–493.
  13. Internal data, publication anticipated 2021 or 2022.
  14. Gagné, J. W., Wakshlag, J. J., Simpson, K. W., Dowd, S. E., Latchman, S., Brown, D. A.,…Fahey, G. D. (2013). Effects of a synbiotic on fecal quality, short-chain fatty acid concentrations, and the microbiome of healthy sled dogs. BMC Veterinary Research, 9, 246. doi:10.1186/1746-6148-9-246
  15. Bybee, S. N., Scorza, A. V., & Lappin, M. R. (2011). Effect of the probiotic Enterococcus faecium SF68 on presence of diarrhea in cats and dogs housed in an animal shelter. Journal of Veterinary Internal Medicine, 25(4), 856–60. doi:10.1111/j.1939-1676.2011.0738.x
  16. Lucena, R., Novales, M., Blanco, B., Hernández, E., Ginel, P. J. (2019). Effect of probiotic Enterococcus faecium SF68 on liver function in healthy dogs. Journal of Veterinary Internal Medicine, 33, 2628–2634. doi:10.1111/jvim.15625